Lun12222014

Last update05:04:13

Le recensioni di Antimafiaduemila

Salva i ciclisti
PDF Stampa
Copertina del libro Salva i ciclisti
Genere: Cultura
Autore: Pietro Pani
Editore: Chiarelettere
Pagine: 178
Prezzo: € 7.90
Anno publicazione: 2012
Visite: 392
Valutazione:  / 1
scarsoottimo 
Recensione

Un movimento popolare indipendente dai partiti, che propone una campagna politica forte: chiede interventi mirati per la difesa dei ciclisti sulle strade (negli ultimi dieci anni sono morte 2556 persone in Italia). Un manifesto in otto punti che in poche ore è stato lanciato da tutti i principali quotidiani nazionali, da «il Fatto Quotidiano» a «la Repubblica», dal «Corriere della Sera» a «La Stampa».

Le recensioni di AntimafiaDuemila

Piergiorgio Di Cara

CAMMINA, STRONZO

Cammina, stronzo. Sbirri a Pal...

Salvatore Battaglia

POESIE

Giunge alla V verione “Poesi...

Lidia Undiemi

IL RICATTO DEI MERCATI

«Non si può fare altrimenti....

Letizia Battaglia

DIARIO

Letizia Battaglia è la più f...

Giacomo Panizza

LA MAFIA SUL COLLO

La legalità, banco di prova d...

Andrea Meccia

MEDIAMAFIA

Dopo lunghi decenni di silenzi...

I.M.D.

LA CATTURANDI

Il consuntivo dell’attività...

Salvo Vitale

CENTO PASSI ANCORA

Pagine di un diario scritte da...

Vincenzo Imperatore

IO SO E HO LE PROVE

L’autore svela tutti i trucc...

Giuseppe Carlo Marino, Pietro Scaglione

L'ALTRA RESISTENZA

La prima parte del volume cont...

LIBRI IN PRIMO PIANO

quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA

Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


la-verita-del-pentitoGiovanna Montanaro

LA VERITA' DEL PENTITO

Le rivelazioni di Gaspare Spatuzza sulle stragi mafiose



assedio-alla-toga-web
Nino Di Matteo e Loris Mazzetti

ASSEDIO ALLA TOGA

Un magistrato tra mafia, politica e Stato



apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta