Sab04252015

Last update04:19:02

Back Home Mafie News Focus Gozzo: fino a quando non capiremo cosa è avvenuto nei primi mesi del ’92 la nostra democrazia sarà claudicante

Gozzo: fino a quando non capiremo cosa è avvenuto nei primi mesi del ’92 la nostra democrazia sarà claudicante

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

gozzo-domenicodi AMDuemila – 18 luglio 2012
Palermo. “Mi si chiede diverse volte: questa trattativa c’è stata o non c’è stata? Io rispondo dicendo che già nel 1999 la Corte d’Assise di Firenze usciva con una sentenza in cui ne affermava, in maniera chiara, l’esistenza.” lo ha detto Domenico Gozzo, Procuratore Aggiunto di Caltanissetta, alla Facoltà di Giurisprudenza a Palermo durante la conferenza “Trattative e depistaggi”.
Un'esistenza accertata “sulla base delle parole di un uomo di Stato, un uomo del Ros, che utilizzò questa parola per la prima volta. In quella sentenza i giudici scrissero che in effetti l’iniziativa del Ros, ai tempi delle stragi, aveva tutte le caratteristiche per apparire come una trattativa e che l’effetto che ebbe sui capi mafiosi fu quello di convincerli a proseguire con quelle stragi”.
“Uno di quegli uomini del Ros (il riferimento è a Mario Mori ndr.), in qualche modo tra i responsabili morali delle stragi, venne nominato due anni dopo prefetto e direttore del Sisde. E allora mi prende lo scoramento: quale Stato ha potuto fare questo? Non aveva letto la sentenza? Una persona che ha compiuto questi atti merita di arrivare ai vertici dello Stato?”

Afferma Gozzo, parlando della situazione attuale “Oggi siamo un po’ più avanti nella ricerca della verità, ma come disse il mio amico Antonio Ingroia, siamo solo a un buon inizio. Abbiamo sulle spalle ancora molto da fare.”
In un altro passaggio Gozzo ha detto “Fino a quando noi non capiremo che cosa è avvenuto nei primi mesi del ’92, perché la mafia decise di passare dall’eliminazione di Falcone a Roma, facilissima, a zero costo, a un’azione in Sicilia con il metodo stragista, terrorista, questa nostra democrazia sarà claudicante.”

ARTICOLO CORRELATO

Gozzo: da quando mi occupo di indagini su trattativa ho iniziato a rendermi conto della solitudine di Borsellino

Le recensioni di AntimafiaDuemila

Franco La Torre

SULLE GINOCCHIA

Nella lunga storia della lotta...

Sandro Provvisionato, Stefania Limiti

COMPLICI

Dopo quarant'anni, quattro pro...

Nando dalla Chiesa

LA SCELTA LIBERA

«Un movimento composto di piu...

Antonio Nicaso, Nicola Gratteri

ORO BIANCO

Fino agli anni Novanta, la coc...

Margherita Asta, Michela Gargiulo

SOLA CON TE IN UN FUTURO APRILE

2 aprile 1985, ore 8:35.Un'aut...

BRUNO CACCIA

La storia di Bruno Caccia, pro...

Salvatore Battaglia

DELLA VIRTU'

Salvatore Battaglia associa la...

Rita Pennarola

L'ANNO CHE HA STRAVOLTO L'ITALIA

A gennaio 2008 l’Italia imbo...

Mario Almerighi

LA BORSA DI CALVI

Un giallo tutto da leggere. Ne...

Piergiorgio Di Cara

CAMMINA, STRONZO

Cammina, stronzo. Sbirri a Pal...

LIBRI IN PRIMO PIANO

quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA

Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


la-verita-del-pentitoGiovanna Montanaro

LA VERITA' DEL PENTITO

Le rivelazioni di Gaspare Spatuzza sulle stragi mafiose



assedio-alla-toga-web
Nino Di Matteo e Loris Mazzetti

ASSEDIO ALLA TOGA

Un magistrato tra mafia, politica e Stato



apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta