Ven07312015

Last update06:58:56

Back Home Mafie News Focus Gozzo: fino a quando non capiremo cosa è avvenuto nei primi mesi del ’92 la nostra democrazia sarà claudicante

Gozzo: fino a quando non capiremo cosa è avvenuto nei primi mesi del ’92 la nostra democrazia sarà claudicante

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

gozzo-domenicodi AMDuemila – 18 luglio 2012
Palermo. “Mi si chiede diverse volte: questa trattativa c’è stata o non c’è stata? Io rispondo dicendo che già nel 1999 la Corte d’Assise di Firenze usciva con una sentenza in cui ne affermava, in maniera chiara, l’esistenza.” lo ha detto Domenico Gozzo, Procuratore Aggiunto di Caltanissetta, alla Facoltà di Giurisprudenza a Palermo durante la conferenza “Trattative e depistaggi”.
Un'esistenza accertata “sulla base delle parole di un uomo di Stato, un uomo del Ros, che utilizzò questa parola per la prima volta. In quella sentenza i giudici scrissero che in effetti l’iniziativa del Ros, ai tempi delle stragi, aveva tutte le caratteristiche per apparire come una trattativa e che l’effetto che ebbe sui capi mafiosi fu quello di convincerli a proseguire con quelle stragi”.
“Uno di quegli uomini del Ros (il riferimento è a Mario Mori ndr.), in qualche modo tra i responsabili morali delle stragi, venne nominato due anni dopo prefetto e direttore del Sisde. E allora mi prende lo scoramento: quale Stato ha potuto fare questo? Non aveva letto la sentenza? Una persona che ha compiuto questi atti merita di arrivare ai vertici dello Stato?”

Afferma Gozzo, parlando della situazione attuale “Oggi siamo un po’ più avanti nella ricerca della verità, ma come disse il mio amico Antonio Ingroia, siamo solo a un buon inizio. Abbiamo sulle spalle ancora molto da fare.”
In un altro passaggio Gozzo ha detto “Fino a quando noi non capiremo che cosa è avvenuto nei primi mesi del ’92, perché la mafia decise di passare dall’eliminazione di Falcone a Roma, facilissima, a zero costo, a un’azione in Sicilia con il metodo stragista, terrorista, questa nostra democrazia sarà claudicante.”

ARTICOLO CORRELATO

Gozzo: da quando mi occupo di indagini su trattativa ho iniziato a rendermi conto della solitudine di Borsellino

Le recensioni di AntimafiaDuemila

Giulietto Chiesa

È ARRIVATA LA BUFERA

All’indomani dei tragici fat...

Gabriele Paradisi, Rosario Priore

LA STRAGE DIMENTICATA

Una strage impunita, una strag...

Francesco Vitale, Piero Melati

VIVI DA MORIRE

Palermo, a metà degli anni '8...

Rita Di Giovacchino

STRAGI

Introduzione di Luca Tescaroli...

Marco Travaglio

SLURP

Ecco perché l’Italia non è...

Simona Della Croce

IO SONO PEPPINO

Peppino Impastato è oggi uno ...

Stefania Pipitone

''L'ORA'' DELLE BATTAGLIE

La storia di un glorioso giorn...

ATTACCO ALL'UCRAINA

Un punto di vista fuori dal co...

LIBRI IN PRIMO PIANO

collusi-lppNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA

Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy.